Pasta con pesto di lattuga e calamari

Informazioni

Tempo: 10 min preparazione + 12 min cottura

Difficoltà: bassa

Quantità: 4 persone

Costo: medio

Calorie: 635 a porzione

Ingredienti

320 gr di fusilli ai 5 cereali

100 gr taralli pugliesi

Finocchietto selvatico q.b.

Sale fino q.b.

180 gr lattuga romana

220 gr calamari puliti

1 cucchiaino paprika dolce

1 scalogno

Olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione

Step 1

Per preparare la pasta con pesto di lattuga calamari iniziate proprio da quest’ultimi. Pulire i calamari nel caso non li abbiate già acquistati puliti in pescheria.

Step 2

Incidete il mantello e apritelo a libro. Con un coltello ricavate prima delle listarelle, poi dei cubetti piccoli. 

Step 3

Tagliate lo scalogno a rondelle sottili e lasciatele soffriggere in padella con un filo d’olio. Non appena sarà ben rosolato unite i cubetti di calamari e saltateli per pochi istanti. 

Step 4

Aggiungete la paprika dolce e cuocete ancora per un paio di minuti. Poi spegnete la fiamma e unite i ciuffetti di finocchietto selvatico.Tenete da parte i calamari e occupatevi del pesto di lattuga. Lavatela, asciugatela e tagliatela in pezzi, quindi trasferitela nel bicchiere di un mixer 

Step 5

Versate poi l’olio e regolate di sale. Frullate il tutto con un mixer ad immersione fino ad ottenere una crema liscia. Trasferite quindi il pesto di lattuga in una ciotolina e copritela con della pellicola a contatto

Step 6

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata bollente e scolatela al dente, trasferendola direttamente all’interno di un tegame. Unite il pesto di lattuga, un mestolo di acqua di cottura e saltate il tutto. Aggiungete poi anche metà del ragù di calamari  e mescolate ancora. 

Step7

Trasferite la pasta nei piatti e aggiungete su ciascuno un pò di ragù di calamari . Guarnite con i taralli sbriciolati e servite la vostra pasta al pesto di lattuga e  calamari

Conservazione

Conservate la pasta in frigorifero e gustatela entro un paio di giorni.  Si sconsiglia la congelazione.

Consigli

Al posto della lattuga romana potete utilizzare un’altra tipologia di insalata: riccia, trocadero o novella.